• Matteo Furlan

SPIGOLO DEL VELO DELLA MADONNA

Aggiornato il: 18 apr 2019

“Allora mamma quest’estate che via facciamo io e te insieme? Secondo me sarebbe bello salire lo spigolo del Velo”.

“Ma va Matteo, è impossibile per me, troppo impegnativa”.

Non ci faccio troppo caso alla sua risposta, ormai è la risposta che mia mamma mi rifila tutti gli anni quando le propongo qualcosa da fare assieme in montagna. Sono certo che ora si studierà un po’ la salita, si allenerà e poi andremo. Anche perché questa non è una scelta casuale: sulle pale di San Martino con i miei genitori ci sono state moltissime volte anche da piccolo e quasi ogni anno siamo saliti una volta al rifugio del Velo della Madonna, dopo una lunga passeggiata partendo da San Martino di Castrozza. Proprio in prossimità del rifugio parte questa via di roccia stupenda che segue per circa 400 metri lo spigolo Nord-Ovest fino alla cima della Madonna. Lei mi ha più volte raccontato di aver sempre guardato con ammirazione gli alpinisti che da li partivano per scalarlo, quindi non vedo quale scelta potrebbe essere più azzeccata.

Come previsto settimana dopo settimana mia mamma prende sempre più coraggio e inizia ad allenarsi con i suoi amici per questa grande classica delle dolomiti, una delle più belle ed eleganti vie di V grado dolomiti. Lei continua a esprimersi perplessa sulle sue capacità ma la via la conosco, l’ho già salita con un caro amico qualche anno fa e non ho dubbi sulla riuscita del progetto. Due settimane prima saliamo insieme ad un amico di famiglia (Augusto) la via Micheluzzi in Piz Ciavazes: tutto fila liscio e quindi il 28 agosto è deciso, si va!

E’ una via molto famosa e spesso trafficata, è un weekend di agosto è il meteo è perfetto! Eppure come per magia ci ritroviamo completamente soli in parete, così saliamo ancora più rilassati e ci possiamo godere a pieno la salita ed il panorama. Ovviamente durante la salita non ci sono problemi, tutti i tiri filano veloci e senza alcun intoppo: come al solito mia mamma si è preparata alla grande e ci ritroviamo in quella vetta vista chissà quante volte dal rifugio e ritenuta irraggiungibile.

“L’anno prossimo ne facciamo una ancora più impegnativa, hai fatto troppa poca fatica”

“Ma va Matteo, non so ancora come ho fatto a salire questa”.



 

Modulo di iscrizione

+393315067365

  • Instagram
  • Facebook
  • YouTube

Matteo Furlan - A. Guida Alpina Veneto - © Copyright 2019 by DOLOMITI CLIMB - All Rights Reserved.